Come chiedere il rimborso su Steam

Steam è un servizio decisamente comodo per comprare videogiochi. Non serve più scendere a cercare un negozio, percorrendo distanze assurde, per poi magari scoprire che il gioco non è disponibile fra gli scaffali. Non bisogna nemmeno pagare prezzi superiori, visto che i giochi di Steam sono senza disco, niente confezione, niente spedizioni. Questo permette di accedere ad offerte interessanti di tanto in tanto, sul quale si può giostrare fra differenti saldi. In questa guida ti andrò a mostrare come chiedere il rimborso su steam.

Ma anche con questi vantaggi, spesso si può finire di fronte ad un piccolo problema. Questo è quello dei giochi che magari, per qualche motivo, non funzionano. Di quel punto, cosa dobbiamo fare? Dobbiamo pensare che abbiamo perso i nostri soldi? Tenercelo in libreria giusto per il gusto di ricevere carte, aspettando magari una patch o un PC migliore? Assolutamente no. Steam permette infatti di rimborsare gli acquisti dei vari giochi che abbiamo in libreria, ma naturalmente dobbiamo prestare attenzione alle varie regole.

Requisiti per richiedere il rimborso su Steam

Cominciamo quindi a parlare delle tre regole essenziali che riguardano il rimborso del gioco su Steam:

  • Dev’essere stato acquistato non più di 14 giorni fa. Se il gioco ha anche 15 giorni all’interno della libreria, non può essere rimborsato.
  • Meno di due ore di gioco totale. Se avete giocato anche per tre ore, il gioco non può essere rimborsato, visto che da quel punto il servizio di Steam ritiene che potete usare il gioco propriamente ed avete già fatto un abbondante esperienza all’interno del titolo.
  • Il gioco è ancora in vendita all’interno del negozio. Questo ha un precedente interessante: infatti anni fa, un gioco della serie di Batman (Arkham City) venne preso d’assalto da vari rimborsi, questo perché il gioco non funzionava affatto bene sui PC anche più potenti. Il gioco, una volta rimosso dallo store, è stato reso impossibile da rimborsare. Ovviamente la situazione ha avuto conclusioni più o meno felici, ma ciò ha reso anche evidente che se il titolo manca dal negozio, rende il rimborso molto più difficile (anche se non impossibile, e ne parleremo a breve).

Come chiedere il rimborso su Steam

Vediamo ora come chiedere il rimborso su steam. Come prima cosa, dobbiamo accedere al nostro account di Steam attraverso la sezione di Supporto e cercare il gioco fra i titoli in libreria. Fortunatamente, è anche disponibile una lista di giochi che abbiamo appena acquistato o anche usato, così da darci una veloce possibilità di scelta.

Altrimenti, possiamo sempre scegliere la funzione “Acquisti” e cercare fra tutte le transazioni disponibili quella che c’interessa (il che è utile se il gioco non è presente nel negozio). Una volta scelto il gioco e il suo relativo acquisto, ci verrà data la scelta di chiedere un rimborso. Ci verrà chiesto se vogliamo piuttosto un aiuto contro eventuali problemi tecnici, ma se vogliamo, possiamo insistere invece sul richiedere un rimborso.

Di quel punto, possiamo scegliere se vogliamo ottenere il rimborso nel nostro portafoglio di Steam oppure attraverso il metodo originale, se rimborsabile (alcuni mezzi non lo sono mai completamente. Paypal ad esempio è supportato al 100% per i rimborsi). Dopo questa richiesta, ci verrà posto il quesito sul perché vogliamo il rimborso. I motivi possono essere numerosi, anche se il gioco è troppo difficile per noi o è troppo lento per il nostro PC. Perciò, si può anche essere perfettamente onesti. L’importante è rispettare i primi due prerequisiti più sopra.

Di quel punto, si dovrà aspettare di ottenere il rimborso attraverso la risposta di Steam. Non è sempre automatico, ma di regola non impiega nemmeno molto. Le richieste vengono processate molto più in fretta se il gioco è ben conosciuto per procurare problemi e se naturalmente, la regola dei 14 giorni / 2 ore è molto ben rispettata.

Lucio Gigliofiorito
Lucio Gigliofiorito
Diplomato in Grafica e Comunicazione, dopo aver finito la scuola superiore mi arruolo nell' Esercito Italiano per un' esperienza personale. Il 3 Marzo 2019 ho fondato SOS Guide.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Annuncio
Annuncio