Chrome consuma meno RAM con il May 2020 Update di Windows 10

Home News Tecnologia Chrome consuma meno RAM con il May 2020 Update di Windows 10

Anni di richieste e lamentele da parte degli utenti non sembrano essere state vane, infatti con il May 2020 Update per Windows 10, Microsoft potrebbe definitivamente risolvere il problema dell’eccessivo impiego di RAM operato dal browser.

Le migliorie apportate interessano soprattutto la gestione della RAM che riguardano tutte le applicazioni Win32 e primo fra tutti Chrome. Secondo quanto riportato da uno sviluppatore, infatti, la società di Redmond avrebbe integrato, senza farne voce, una funzione conosciuta come “SegmentHeap“, la quale riduce il consumo generale della memoria sulla versione 2004 (e quelle seguenti) di Windows 10.

Su browser come Edge, ad esempio è stato calcolato un calo del 27% della memoria volatile, e visto che, così come Google Chrome, il browser di Microsoft si basa su Chromium, è legittimo aspettarsi dei giovamenti in questo campo anche per il motore di ricerca.

In particolare uno sviluppatore ha scoperto che aumentando, su GoogleSource, SegmentHeap nel processo chrome.exe si potrebbero risparmiare centinaia di megabyte di RAM.

Le software house sono d’accordo riguardo i benefici apportati da una tale novità, ma ancora non sono state diffuse informazioni in merito allo sviluppo della funzione nella release di Chrome. Per ulteriori info bisognerà aspettare ancora.

Lucio Gigliofiorito
Lucio Gigliofiorito
Diplomato in Grafica e Comunicazione, dopo aver finito la scuola superiore si arruola nell' Esercito Italiano per un'esperienza personale ma le sue passioni lo portano a fondare Il 3 Marzo 2019 SOS Guide.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Annuncio
Annuncio